Salta al contenuto

Piano di Emergenza Provinciale

Il Piano di Emergenza Provinciale di Protezione Civile ha come obiettivo primario la valutazione degli scenari di rischio a scala provinciale e la definizione del "Modello di Intervento", ovvero l'insieme delle procedure operative che individuano azioni e soggetti per ciascuna delle fasi consequenziali di allerta nei confronti di un evento in evoluzione.

La Provincia di Avellino, in  ossequio al decreto legislativo n. 112/98, punto 2) della lett. b) ed al Protocollo d'Intesa Provincia - Prefettura-Utg del 2003, sta predisponendo il Piano di Emergenza Provinciale sulla base delle Linee Guida approvate con Delibera  n. 25 del 26 febbraio 2006 dal Commissario Straordinario con i poteri del Consiglio Provinciale.

Le linee Guida prevedono la redazione del Piano suddiviso per stralci in base ai rischi presenti sul territorio.

Allo stato, sulla scorta delle Linee Guida,  sono stati redatti i seguenti Piani Stralcio:
- il Piano Stralcio Rischio Meteorologico-Crisi Idriche,  redatto da un gruppo di progettisti interni, ed approvato con Delibera  n. 25 del 26 febbraio 2006 dal Commissario Straordinario con i poteri del Consiglio Provinciale;
- l' Inquadramento Generale ed il Piano Stralcio Rischio Idrogeologico, redatti da un gruppo di progettisti interni e della Prefettura-Utg, ed  approvati dal Consiglio Provinciale con delibera n. 83 del 27 luglio 2012;
- il Piano Stralcio Rischio sismico - Proposta, redatto da un gruppo di progettisti interni e della Prefettura-Utg,  per il quale è in corso la procedura di approvazione.